Sunday, September 30, 2012

WALLY YACHT - LUCA BASSANI

Questa intervista a Luca Bassani, fondatore di Wally Yacht, ci da l'opportunita' di rivedere le barche piu' innovative di questo cantiere che ha rivoluzionato la storia dello yachting moderno.
Improntato all'easy sailing, ma con grandi prestazioni, le barche di Wally hanno aperto una strada che poi hanno seguito in molti.
Da qualche anni Wally si occupa anche di barche a motore e recentemente ha varato la sua prima navetta dislocante.

DERIVA 10"

Pietro Bastiani, questa volta ci invia delle immagini di una deriva di 10". 
Bravissimo Pietro e grazie per condividere i tuoi lavori.



Saturday, September 29, 2012

L'ANNIVERSARIO DEL REX

Ottanta anni fa il Transatlantico REX conquista il Nastro Azzurro, il prestigioso riconoscimento per il record di attraversata atlantica.
Era il 1932, ma il fascino del REX rimane immutato.






Friday, September 28, 2012

IL REVOLUTION 22 E LA PRUA TONDA

E' da poco sul mercato la prima barca di serie con la prua tonda, il Revolution 22 tenta si sfruttare il successo di critica e di risultati del Mini 6.50 Magnum di cui abbiamo già parlato su questo blog.

Adottare la prua tonda su una barca da crociera di 7 metri consente di avere dei volumi interni molto generosi, e non solo a prua, ma l'estetica viene fortemente caratterizzata dando alla barca un aspetto, per così dire, assai poco aggressivo.

Dal punto di vista delle prestazioni, a mio parere, è assai poco probabile che si abbia un incremento sostanziale nelle performance, il Magnum 6,50 ha una logica di barca leggerissima, molto larga che viaggia perennemente molto sbandata riducendo drasticamente la superficie bagnata.

Il Revolution 22, essendo una barca da crociera, non può ripercorrere queste logiche, e quindi probabilmente la scelta di adottare questa cinfigurazione, dipende più da fattori commerciali che non da esigenze fluidodinamiche.




Thursday, September 27, 2012

Mesh2Surface

Accade spesso nella pratica di cantiere di lavorare sul modello fisico di un componente, impiegare tante ore a trovare la giusta forma, avere l'approvazione del cliente, e poi non sapere come rilevare la forma perche' si tratta di forme complesse difficilmente rilevabili con il metro.
Bisogna spesso usare dei metodi di reverse engineering, cioe' di passaggio dal solido costruito alle superfici pulite sul computer.
Sono molti i metodi attualmente usati, spesso molto complessi e costosi, oggi vediamo come funziona Mesh2Surface, l'ennesimo plug-in di Rhino che aiuta a gestire le informazioni provenienti da un rilievo 3D.


Wednesday, September 26, 2012

MARC NEWSON

Marc Newson è un famosissimo designer, possiamo apprezzare i suoi lavori di interior design, oggettistica, automotive e anche nautica.
E' infatti di Newson il progetto dell' Acquariva 2010, una barca dalla lunghissima tradizione che ha saputo innovarsi adottando un design completamente nuovo ma ispirato dalla storia di questa barca.



Vanno anche ricordati gli altri splendidi oggetti di design alcuni dei quali sono pezzi unici come la Lockheed Longe del 1986.

Tutte le immagini sono tratte del sito di Marc Newson

Tuesday, September 25, 2012

MODELLARE UNA CANOA IN SOLIDWORKS

SplidWorks, come il nome stesso suggerisce, e' un programma adatto a gestire solidi e non superfici, e' comunque uno strumento molto potente che integra svariate funzioni.
In questo tutorial viene mostrato come modellare le superfici di una canoa partendo da una immagine.


Monday, September 24, 2012

MODELLARE UN J-CLASS - PARTE 2

Dopo il grande successo avuto dal post dedicato alla modellazione di un J-class, Pietro Bastiani ci manda delle altre immagini ancora più esplicative.




Sunday, September 23, 2012

AMARE LA VELA

Questo video è un omaggio al mare e alla magia che si crea quando si naviga a vela.


Saturday, September 22, 2012

BARRACUDA 9 - BENETEAU USA

Guardando questo video appare evidente la diversa impostazione che hanno i cantieri USA rispetto a quelli italiani.
Per i produttori americani progettare un piccolo motoscafo significa fare una progettazione di dettaglio molto simile a quella che si esegue per la produzione di automobili.
Siccome la barca deve essere prodotta in molti esemplari, bisogna studiare tutti i dettagli per ottimizzare i costi e il risultato finale.
La tradizione italiana e' spesso orientata invece a risparmiare sulla progettazione, soprattutto se si parla di piccole barche, per poi trovarsi a risolvere i problemi in fase costruttiva e a dover introdurre una serie di modifiche infinite per tutta la durata produttiva del modello.
Questo video, a livello di relizzazione cinematografica, mostra un prodotto molto studiato, sia a livello di estetica che di funzionalita', il che richiede investimenti e tempi che spesso non e' facile far digerire al cantiere.


Friday, September 21, 2012

SCAN and SOLVE FOR MESHES

Nuova versione di Scan&Solve, il popolare Plug-in di Rhino 3D, rilascia una nuova versione ancora in fase di studio, scaricabile gratuitamente.
Ormai il programma sta diventando larghamente utilizzato per la sua facilità ed immediatezza di risultati e anche perchè fornisce le sollecitazioni e le deformazioni di strutture complesse in pochi passi.

Thursday, September 20, 2012

MODELLARE UN J-CLASS

Pietro Bastiani questa volta ci manda le immagini di un J-CLASS che ha riprodotto in 3D per poi realizzare un modellino, veramente bello.



Wednesday, September 19, 2012

JRATA3 IN OCEANO

Abbiamo già parlato di JRATA3, il progetto nato per battere il record di attraversamento dell'Oceano Atlantico da Dakar a Point a Pitre (Guadalupa) con un piccolo catamarano di 20 piedi.

I due pazzi che si vogliono cimentare con questa impresa sono Andrea Rossi e Luca Tosi, due giovani e bravissimi velisti.

Dopo moltissimi preparativi e qualche allenamento, finalmente inizia la navigazione oceanica per avvicinarsi a Dakar, e come sempre l'Oceano è severo, rotture strutturali, scuffie e cambi di programma sono all'ordine del giorno.

Si può seguire la posizione della barca attraverso una mappa interattiva.

Guardando il filmato vengono i brividi, le prue che sbattono violentemente in acqua, la randa aperta per cercare di depotenziare e ovviamente l'Oceano tutto intorno...


Tuesday, September 18, 2012

40 BARCHE IN LEGNO

Se volete dei piani di costruzione da riprodurre in 3D per poi creare delle superfici, date uno sguardo a questo libro, consultabile liberamente su google libri.


Monday, September 17, 2012

SAMANTHA DAVIES ALLA VENDEE GLOBE 2012

Samantha Davies è una velista britannica con alle spalle molte regate importanti soprattutto in solitario.
Sam si sta adesso preparando per la Vendée Globe 2012 che partirà il prossimo 10 Novembre.




Sunday, September 16, 2012

SHIP-BUILDING IN IRON AND WOOD

Libro splendido, interamente consultabile on line, ricco di disegni e diagrammi ma soprattutto ricco di storia delle antiche navi a vela che hanno fatto la storia della navigazione.


Saturday, September 15, 2012

PIETRO BASTIANI - UNA NUOVA BARCA

Pietro, ormai un amico del Blog, ci manda delle belle immagini di una nuova barca che si è divertito a modellare.
Chiunque volesse condividere progetti, idee, esperinze di navigazione può contattare il blog.


 

Friday, September 14, 2012

AC 72, LE NUOVE APPENDICI

Ebbene si, la nuova barche di Coppa America, il catamarano di classe AC72, vola sull'acqua grazie ad un nuovo tipo di foil, una appendice a forma di L.

Nella foto vediamo la forma del foil dello scafo sopravvento, sollevato dall'acqua.


Ma come funziona questa nuova appendice ? Come fa generare portanza ?
In pratica la forma a L della parte inferiore funziona in quanto la parte superiore è modellata a forma di arco, quando il foil viene immerso, ruota e la L diventa una V assomigliando molto alle appendici degli aliscafi.


Il risultato è clamoroso !
I catamarani di classe AC72 volano letteramente sull'acqua, tengono immerse solo le appendici con il risultato che, a fronte di una superficie velica importante, l'attrito generato dall'acqua è quasi nullo perchè la superficie immersa è ridottissima.





Veramente notevole vedere le barche navigare fuori dall'acqua ma non sbandate, e quindi con il piano velico pienamente efficiente.


Thursday, September 13, 2012

AC 72 - PRIMI TEST

Scendono in acqua le barche della prossima Coppa America, veramente impressionanti.

ORACLE




TEAM NEW ZELAND




Wednesday, September 12, 2012

LA LOGICA DEL TRIMARANO

Queste immagini bellissime ci danno l'occasione di parlare delle caratteristiche dei trimarani e della logica con cui funzionano.

 I trimarani non hanno la zavorra e quindi possiedono scarsissima stabilità di peso, in compenso hanno una grande stabilità di forma perché sfruttano un rapporto lunghezza/larghezza vicino ad 1, sono praticamente quadrati.
 La massima velocità di un trimarano viene raggiunta quando la barca appoggia in acqua solo lo scafo laterale di sottovento, lo scafo centrale e quello sopravvento sono sollevati e non generano attrito.
Attenzione però, questo significa che uno scafo dai volumi contenuti deve affrontare il moto ondoso, accade spesso infatti che i trimarani si ribaltino in avanti perché lo scafo sottovento si infila nell'onda e non riesce a superarla.
La forma degli scafi laterali mostra infatti dei volumi di prua generosi e una poppa assai magra.

I trimarani moderni hanno delle appendici assai efficienti, sugli scafi laterali ci sono dei foils, di solito sono delle appendici inclinate che diminuisco la loro portanza con la loro uscita dall'acqua in modo da evitare che la barca esca completamente dall'acqua per poi ripiombarci violentemente.

Lo scafo centrale ha invece una deriva che non contribuisce al sostentamento ma riduce lo scarroccio, i timoni sono tre, uno per ogni scafo e praticamente alle alte velocità solo il timone dello scafo sottovento è in acqua, ma è suffiiciente perché la velocità ne amplifica l'effetto.

Dal punto di vista strutturale i trimarani sono fortemente sollecitati, l'albero insiste sullo scafo centrale e questo è un grosso vantaggio, rispetto ai catamarani ad esempio. Di contro però hanno il problema di unire strutturalmente i tre scafi, per ora la soluzione migliore è quella di usare delle traverse curve che sono più rigide e tendono ad impattare meno sull'acqua.
Vedendo la barca in pianta poi si può notare che le traverse hanno una disposizione ad X, questa soluzione aumenta un po' la loro lunghezza ma raccoglie il peso verso il centro della barca diminuendo quindi il beccheggio.


Tuesday, September 11, 2012

APPLE APP PER YACHT DESIGNERS

Chi usa un dispositivo Apple può dare un'occhiata a queste App:

SHIP DYN, è una app che permette di calcolare il Numero di Froude sapendo la lunghezza di riferimento e la velocità.



SHIP STAT: questa app. consente di calcolare l'effetto degli specchi liquidi (free surface) sulla stabilità dell'imbarcazione.


SHIP WAVE: App per calcolare i treni d'onda generati dalle imbarcazioni a diverse velocità.

Monday, September 10, 2012

THE SAILING BOAT - 1901

Bellissimo questo libro di progettazione nautica edito a Londra nel 1901, è interamente scaricabile in diversi formati elettronici.

Clicca sull'immagine per scaricare il libro in PDF

Saturday, September 8, 2012

AC 72 NEL DETTAGLIO

Stanno scendendo in acqua le barche di classe AC72 con le quali si disputera' la prossima Coppa America a San Francisco a partire da Maggio 2013, guardiamole da vicino.

Intanto confrontiamolo con l'AC45, il catamarano con cui si è regatato fino ad ora per la fase preparatoria detta AC World Series.


Guardiamo poi i numeri della nuova barca:

AC72 DIMENSIONI PRINCIPALI

Hull Length 22 m (72.2 ft)
Maximum Beam 14 m (45.9 ft)
Mast Height 40 m (131.2 ft)
Maximum Draft 4.40 m (14.4 ft)
Displacement 5900 kg (13007.2 pd)
Wing Area 260 sq m (2798.6 sq ft)
Jib Area 80 sq m (861.1 sq ft)
Gennaker Area 320 sq m (3444.5 sq ft)
Crew 11 people

Vedremo quindi regatare catamarani lunghi 22 m e larghi 14m che pesano 5900 Kg e che hanno un albero alto 40 m, con una superficie velica di circa 340 mq piu' il gennaker.
Vale la pena ricordare che una barca da regata di 22 m pesa 2 o 3 volte di piu' e che una barca da crociera puo' pesare tranquillamente dalle 5 alle 7 volte.
Per fare un paragone, il VOR70 ha circa la stessa lunghezza ma pesa 14000 Kg e ha una superficie velica di bolina di circa 270 mq.
Pur essendo due barche non paragonabili possiamo dire che un AC72, rispetto ad un VOR70 ha il 26% in piu' di "tela" e il 48% in meno di peso !

Vediamo alcuni dettagli:

- Ancora una volta si adottano le piercing bow, cioè le prue inverse che passano dentro l'onda e non sopra
- Rimane la wing sail al posto della randa classica, ma di dimensioni e forma diversa dall' AC45


- Sono presenti delle derive lungo gli scafi, non sono dei foils, non contribuiscono al sostentamento

 
 - I timoni invece hanno dei foils a T che forniscono portanza
- E' presente una "trave" longitudinale che quasi tocca l'acqua, serve a contrastare gli enormi carichi scaricati  dall'albero sulla traversa di prua.


 - Per rendere strutturalmente solido il bompresso, dove è murato l'enorme gennaker, è stato necessario creare una struttura a traliccio.






Wednesday, September 5, 2012

LA STORIA DI HYDROPTERE

 Il 31 Agosto scorso a San Francisco, HYDROPTERE ha battuto il record di velocità percorrendo un miglio nautico alla velocità media di 37,5 Kn.

L'idea di volare sull'acqua parte da lontano e passa attraverso molti tentativi, fallimenti e anche grandi soddisfazioni.

Presto la barca sarà impegnata in nuovi tentativi di record che seguiremo da vicino.


Tuesday, September 4, 2012

EVOLUZIONE DELLE ELICHE

La progettazione delle eliche e' forse uno degli aspetti piu' difficili e affascinanti nell'ambito della nautica.
La ditta VOITH ha messo a punto un nuovo sistema di propulsione veramente innovativo che promette di migliorare l'efficienza e la manovrabilita'.



Monday, September 3, 2012

UN ALTRO GOZZO DI PIETRO BASTIANI

Pietro ci invia un'altra immagine di un gozzo a cui sta lavorando, la pubblichiamo volentieri.

Ricordiamo che chiunque voglia far conoscere i propri lavori puo' inviarci il materiale per la pubblicazione sul blog.


Sunday, September 2, 2012

EXTREME SAILING SERIES FROM CARDIFF - DAY 4

Quarto giorno di regate a Cardiff per i catamarani della serie EXTREME.

Guarda la diretta streaming.


NEON - ANCORA RENDERING IN RHINO 3D

Rhino 3D e' uno dei software di maggior successo nel campo della modellazione, uno dei motivi e' la facilita' di trovare plug-in per applicazioni specifiche.
NEON e' uno degli ultimi arrivati e consente di realizzare rendering in real time in maniera estremamente semplice e veloce.

Saturday, September 1, 2012

EXTREME SAILING SERIES - DAY 3 - LIVE NOW

In diretta da Cardiff, UK, la terza giornata di regate del circuito EXTREME.


AMERICA'S CUP - ORACLE VARA IL CAT DA 72"

Oracle Team vara la barca da 72" che sara' protagonista della prossima Coppa America, prime prove in mare per prendere confidenza con il "mostro".